Il weekend dell’Arsenale (19/05 – 22/05)

Microbo & Gasolina e Le Confessioni nel weekend dell’Arsenale

In prima visione il nuovo film di Michel Gondry, versione originale con sottotitoli in italiano per l’opera di Roberto Andò. Evento speciale con Montedoro di Antonello Faretta. Si presenta il libro Il demone e altri racconti di Andrea Batistoni

Le confessioni di Roberto Andò

Proponiamo il film nella versione originale con sottotitoli in italiano per una scelta di carattere filologico. Il doppiaggio rende meno evidente il mélange linguistico utilizzato dai protagonisti della storia (inglese, francese e italiano). In un albergo di lusso tedesco sta per riunirsi un G8 dei ministri dell’economia pronto ad adottare una manovra segreta che avrà conseguenze molto pesanti per alcuni paesi. Gio 19 ore 16.30 – Ven 20 ore 16.30 – 20.30, Sab 21 ore 18.30 – 22.30, Dom 22 ore 16.30 – 20.30.

Microbo & Gasolina di Michel Gondry

Microbo è un ragazzino timido, Gasolina è brillante e pieno di inventiva, arrivato a scuola a metà dell’anno scolastico. I due diventano subito grandi amici. Nessuno dei due ha voglia di passare l’estate con la propria famiglia. Con il motore di un tosaerba e qualche asse di legno, si costruiscono la loro “automobile” e partono all’avventura sulle strade della Francia. Ven 20 ore 18.30 – 22.30, Sab 21 ore 16.30 – 20.30, Dom 22 ore 18.30 – 22.30.

Montedoro di Antonello Faretta

Inizia la rassegna a cura dell’Associazione Lucani a Pisa con il film di un regista esordiente, che penetra nella Basilicata più profonda e racconta di un paese fantasma, Craco, abbandonato negli anni ’60 in seguito ad una frana. La protagonista, che da New York ritorna a ricercare le sue origini, trova un paese dove il tempo sembra essersi fermato per sempre. Giovedì 19 alle 21.00 intervengono Antonello Faretta e Pia Marie Mann.

Il demone e altri racconti di Andrea Batistoni

Giovedì 19 maggio alle 18.30 Andrea Batistoni e Sergio Costanzo presentano il libro Il demone e altri racconti.
Tre storie. Demone o ancora in parte Angelo, oppure soltanto Uomo Ribellatosi al Paradiso e dissociatosi dall’Inferno. Lo sgomento di una errata diagnosi, la grande paura che accompagna la figura di ogni genitore. Quella giovane nomade laggiù al semaforo. Mondi diversi che si toccano ma che mai riescono veramente a compenetrarsi. Ingresso libero.

Comunicato Stampa

 

Tomas Ticciati
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Crowdfunding per il mediometraggio di Hat Production

Alba, quando ride piano il vento Questo mediometraggio, ambientato a Pisa, racconta la storia di Luca e Anna. E' un...

Chiudi