Un crowdfunding per riaprire la Torre dell’Orologio di Vicopisano

Prosegue ed entra nel vivo la campagna, promossa dall’amministrazione comunale di Vicopisano, per riaprire la Torre dell’Orologio, sentinella del tempo risalente al XII secolo, situata in Via Lante, nel cuore dell’antico borgo, nei pressi della Biblioteca Peppino Impastato che accoglie l’ufficio turistico.

Vicopisano (Pisa, Tuscany, Italy) – Tall medieval tower and other buildings

 

Tramite la misura governativa dell’Art bonus, che consente di recuperare fiscalmente il 65% della propria donazione nell’arco di tre anni e alla campagna “Adotta uno scalino”, che permette di adottare uno dei 75 scalini con una donazione di 100 euro, ognuno potrà diventare un mecenate e contribuire al recupero della Torre.

“Una delle sfide che ci siamo posti in ambito turistico – ha detto il vicesindaco Matteo Ferrucci – è riaprire la Torre dell’Orologio, metterla in sicurezza e renderla visitabile. Un sogno che abbiamo concretizzato in questo progetto per coinvolgere la comunità. Riaprire la Torre contribuirebbe, infatti, alla crescita culturale del nostro territorio, ci permetterebbe di creare nuovi posti di lavoro e darebbe linfa allo sviluppo economico della nostra zona”. “Ci confrontiamo con un passato e monumenti di secoli _ ha aggiunto il Vicesindaco _ ma siamo costretti ad agire in tempi rapidi. Imprenditori, cittadini, associazioni, aziende, banche e fondazioni stanno premiando il nostro impegno corale con interesse e sostegno. Contiamo, con l’aiuto di tutti, di raggiungere presto questo obiettivo e di festeggiare la riapertura insieme”.

Per informazioni sul progetto di recupero, sulla campagna Art Bonus e e sulle varie iniziative; www.viconet.it/comune/EOraDiRiaprirla, pagina Facebook “Torre dell’Orologio E’ ora di riaprirla” e 050/796581, turismo@comune.vicopisano.pi.it.

Fonte: comunicato stampa

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Pensati con il cuore: nuove iniziative di solidarietà

Pensati con il cuore: la sezione soci Coop di Pisa collabora alla promozione di progetti di solidarietà PISA - Alla...

Chiudi