Sull’Arno musica e atmosfera

Se Luglio è il mese dell’acqua, il Luglio pisano diventa per forza di cose il mese di due locali che si affacciano sull’Arno ormai da qualche anno e che sono stati in grado di ridare un senso a una zona fino a qualche anno fa assai bistrattata: Argini e Margini e ArnoVivo.

DSC_0183

Quella di Argini e Margini è una gran bella realtà pisana ormai da tempo e, pensando alla situazione precedente dei nostri argini, l’importanza di questo gioiellino acquista ancora più valore. Posizionato a ridosso del lungarno Galilei, una breve discesa ci conduce in quello che è il ristorante/buffet vero e proprio. Dalle 18:30 alle 21:00 si può gustare un aperitivo con la possibilità di riempirsi il piatto più e più volte grazie all’ampia gamma di scelta tra cibi e salse.

Il piccolo battello situato sul fiume dove è possibile consumare cena e apericena può regalare un bello scorcio della nostra città che durante il tramonto diventa veramente affascinante. I prezzi sono contenuti e anche se le porzioni non sono grandissime il cibo è buono e ben cucinato. Uno dei punti di forza di questo ristorante sono sicuramente i tanti eventi culturali organizzati, e in particolar modo quelli musicali, che hanno la pregevole caratteristica di saper intrattenere il pubblico creando una piacevole atmosfera a ridosso del nostro fiume.

ArnoVivo

Il 18 Luglio ad esibirsi saranno gli InTrio, protagonisti di numerosi e importanti festival nazionali ed internazionali di jazz, accompagnati da Alessio Menconi, ottimo chitarrista e compositore che ha collaborato con numerosi artisti. Il 25 Luglio invece ad impressionarci con la sua voce sarà Juliet Kelly, una grandissima cantante inglese che gli amanti del jazz non possono farsi sfuggire, mentre il 1 Agosto sarà la volta dei From The Space Trio che si esibiranno assieme a quello che viene definito come uno dei migliori dieci bassisti al mondo: Dominique Di Piazza. E questo è solo un piccolo assaggio dei tanti eventi di altissimo livello organizzati da Argini e Margini.

Insomma, se volete provare una cena non convenzionale, magari accompagnata da ottima musica jazz e con una scenografia unica e diversa  da quelle tradizionali,  vi consiglio vivamente di recarvi in questo posto.

DSC_0108

Sull’altra sponda del nostro fiume un altro locale, ArnoVivo, regala la possibilità di passare serate piacevoli in compagnia tra cocktail e gustosi hamburger. Rispetto all’anno scorso non ci sono più i rinomati narghilè, i tradizionali ‘bong’ aromatizzati importati in Italia direttamente dalla cultura iraniana/persiana, ma in compenso dal punto di vista musicale  ci sono stati diversi cambiamenti.

Abbandonata, in parte, la musica da discoteca, ArnoVivo sembra aver optato per dei generi più vicini alle orecchie fini degli intenditori… Si prospettano quindi numerosi eventi di alto livello, con grandi ospiti di caratura internazionale. Si esibiranno il 31 Luglio gli affermatissimi Too Many Zooz, un trio composto da tromba, sassofono-baritono e grancassa che a suon di deep house, fusion e nu-jazz è riuscito a conquistare la critica americana ed europea. Il loro sound proviene direttamente dall’underground newyorkese, elemento protagonista di molti dei loro video che li ritraggono mentre intrattengono le folle entusiaste nelle metropolitane della Grande Mela. Il 17 Luglio suoneranno i KOKOLO, famoso gruppo afrobeat anch’essi provenienti da New York e affermatissimi ormai da anni, il 24 Luglio sarà la volta di un po’ di musica elettronica con l’appuntamento River Fever che ospiterà  MEMORY9 e SPINOFF, fino ad arrivare al 7 Agosto quando si esibiranno i leggendari Folkabbestia, il gruppo folk italiano che si ispira alle musiche popolari balcaniche e irlandesi e che gira per l’Italia da quasi vent’anni.

DSC_0123

Argini e Margini e ArnoVivo appaiono oggi come due ottime eccezioni pisane in grado di intrattenerci con grandi eventi e ottima musica, e forse è anche grazie a questi due locali se possiamo ancora dare ragione a Leopardi che, come sappiamo, preferiva di gran lunga i nostri lungarni a quelli fiorentini.

Edoardo Artigiani

Latest posts by Edoardo Artigiani (see all)
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Il Suono del Classico: Ocean Rain

Ocean Rain: le acque cristalline e le tempeste fantastiche degli Echo and the Bunnymen Parlando di acqua non ho potuto...

Chiudi