A testa in giù, torna Solfrizzi al Teatro Verdi

Questo fine settimana al Verdi A TESTA IN GIU’ di Florian Zeller.

EMILIO SOLFRIZZI E PAOLA MINACCIONI NELL’IRRESISTIBILE COMMEDIA DIRETTA DA GIOELE DIX. Insieme con loro, Viviana Alteri e Bruno Armando.

Domenica mattina, nel Foyer del Teatro alle ore 11,30, presentazione di ROGER di Umberto Marino.  Con l’autore intervengono Emilio Solfrizzi, Fabio della Tommasina e Paolo Giommarelli.

Molto atteso – tant’è che sono ormai pochi i posti rimasti disponibili – approda anche a Pisa A TESTA IN GIU’ di Florian Zeller, protagonisti Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni, attori amatissimi che si dividono fra cinema, teatro e tv. Insieme a Viviana Altieri e Bruno Armando, faranno vivere la brillante comicità, incentrata sul tema della coppia, del testo scritto da uno dei più affermati autori del nostro tempo, il commediografo francese Zeller, portato in scena nel 2016 da e con Daniel Auteil al Théâtre De Paris. In scena al Verdi, secondo titolo della Stagione di Prosa organizzata con FTS onlus, sabato 24 novembre alle ore 21 e domenica 25 alle ore 17, una commedia intelligente che sembra quasi “cucita” sullo stile comico, naturale e raffinato di Solfrizzi.

Sotto la regia di Gioele Dix, i quattro protagonisti danno vita ad un incrocio di situazioni, equivoci e dinamiche tipiche del rapporto coniugale.  La particolarità e l’originalità dello spettacolo stanno nel fatto che i personaggi, oltre a parlare normalmente fra di loro, esprimono ad alta voce di fronte al pubblico anche i propri pensieri, rendendolo così testimone delle riflessioni dei personaggi che parlano in scena.

Emilio Solfrizzi è un esilarante Daniel, editore colto e maturo, le cui certezze verranno improvvisamente minate dalla scelta del suo miglior amico di abbandonare la moglie per mettersi con Emma, giovane aspirante attrice. Un inopportuno invito a cena dei due trasformerà la serata in una sorta di regolamento di conti, fra gaffe, gelosie ed incomprensioni. Sarà la moglie Isabelle, professoressa universitaria, tratteggiata dalla versatile Paola Minaccioni, con le sue brillanti doti di saggezza e di acuminata ironia, a salvarlo dal preoccupante precipizio.

«Da tempo desideravo lavorare con e per Emilio Solfrizzi. Ci unisce un’antica amicizia e una comune, istintiva fiducia nell’arte della commedia – annota Gioele Dix – Ed ecco l’occasione: un nuovo testo di Zeller che sembra scritto apposta per esaltare le sue qualità di comico naturale e di raffinato interprete … L’effetto del doppio linguaggio è dirompente e trasforma una comune vicenda in un formidabile e spassoso labirinto di gesti e parole. Per le attrici e gli attori si tratta di recitare su un doppio binario, una prova al tempo stesso complicata ed esaltante.»

A testa in giù diventa così uno spettacolo originale e sorprendente che riesce a soddisfare tutti gli amanti delle commedie intelligenti e ben scritte.

Le scene sono firmate da Andrea Taddei, i costumi da Barbara Bessi, le luci da Carlo Signorini. Lo spettacolo, che dura 2 ore, è prodotto daRoberto Toni per ErreTiTeatro30.

Pochi i biglietti rimasti disponibili, in vendita al Botteghino del Teatro Verdi e nel circuito Vivaticket.

Domenica mattina, alle ore 11,30, nel Foyer del Teatro Verdi, è in programma la presentazione di ROGER di Umberto Marino (MdS editore).Con l’autore intervengono Emilio Solfrizzi (attore, interprete della pièce omonima), Fabio della Tommasina (MdS Editore) e Paolo Giommarelli(curatore della collana VOX). Il libro di Umberto Marino viene presentato in anteprima nazionale qui a Pisa. Lo spettacolo che ne è stato tratto, ha debuttato al teatro Sannazaro di Napoli nel giugno scorso e andrà in scena a partire da febbraio 2019 per una produzione del Teatro Argot. Circostanza fortunata per la nostra città la presenza di Emilio Solfrizzi che, presente al Verdi con A testa in giù, farà delle letture del testo; proprio Solfrizzi è infatti l’attore che lo porterà in scena il prossimo anno.

Per informazioni tel 050 941 111 e Teatro di Pisa

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

http://www.tuttomondonews.it/wp-admin/upload.php?item=14893
Leggi articolo precedente:
Rossini: una vita in musica

«Dopo la morte di Napoleone, abbiamo trovato un altro uomo del quale si parla quotidianamente a Mosca, così come a...

Chiudi