Jesus

Jesus_Eleonora Cavallo ridotto

 

di Valeria Raimondi, Enrico Castellani e Vincenzo Todesco

parole di Enrico Castellani

con Valeria Raimondi

e con Enrico Castellani

scene Babilonia Teatri

luci e audio Babilonia Teatri/Luca Scotton

costumi Babilonia Teatri/Franca Piccoli

organizzazione Alice Castellani

grafiche Franciu

foto di Eleonora Cavallo

produzione Babilonia Teatri

in coproduzione con La Nef / Fabrique des Cultures Actuelles Saint-Dié-des-Vosges (France) e

MESS International Theater Festival Sarajevo (Bosnia and Herzegovina)

in collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione

con il sostegno di Fuori Luogo La Spezia

laboratorio teatrale in collaborazione con l’Associazione ZeroFavole realizzato con il contributo

della Fondazione Alta Mane Italia

lo spettacolo è stato scelto da Emma Dante per il 67° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro

Olimpico di Vicenza

Venerdì 10 aprile alle 21 alla Città del Teatro di Cascina (Pisa) sarà in scena Babilonia Teatri, una delle compagnie italiane più innovative del panorama teatrale contemporaneo già insignita di numerosi premi fra cui Premio Hystrio 2012 alla Drammaturgia, Premio Ubu 2011 come novità italiana / ricerca drammaturgica, Premio Off del Teatro Stabile del Veneto, Premio Speciale Ubu 2009 per la capacità di rinnovare la scena.

Fondata nel 2005 da Enrico Castellani e Valeria Raimondi, Babilonia Teatri si è subito imposta sulla scena italiana per il suo sguardo irriverente e divergente su alcune questioni brucianti della nostra contemporaneità fra cui razzismo, lavoro, smania di successo, violenza desertificazione culturale.Con il suo stile e i suoi codici assolutamente fuori dagli schemi che spaziano dal linguaggio visivo al video, la compagnia cerca di muovere la necessità e l’urgenza dell’interrogazione, di far emergere conflitti e tensioni mandando in corto circuito il suo pubblico.

È in questa cornice di lavoro e ricerca che si inserisce l’ultimo allestimento della compagnia Jesus sulla figura di Gesù. Jesus racconta l’ipocrisia, la violenza, il basso materialismo della società contemporanea, utilizzando la parodia e l’invettiva.

Jesus esprime un intimo anelito di spiritualità, sia essa religiosa o laica.

Jesus è provocazione e tenerezza. È sacralità e dissacrazione. È critica sociale e riflessione intima.

La compagnia incontrerà il pubblico alle 18.30 nel ridotto del teatro. (Ingresso libero)

SALA PICCOLA

Biglietti da 10 a 15 euro

Prevendita circuito boxoffice,  e presso il teatro

La Città del Teatro via Toscoromagnola 656 Cascina (Pisa)

biglietteria@lacittadelteatro.it  345.8212494

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Il fantasma di Canterville

La Città del Teatro di Cascina, Pisa Mercoledì 1 aprile ore 21 a La Città del Teatro Cascina (Pisa) IL...

Chiudi