Eveline’s Dust The Painkeeper live show

Lo scorso 28 Febbraio la giovane band pisana ha eseguito per la prima volta dal vivo il nuovo concept album

IMG_3244

Domenica 28 Febbraio il Lumière, l’ex cinema in vicolo dei Tidi divenuto vivace ritrovo di giovani amanti di musica, per qualche ora si è trasformato in tempio di un genere musicale sempre meno conosciuto, ascoltato e apprezzato: il Progressive rock.

Fautori della metamorfosi sono stati i pisani Eveline’s Dust al secolo, Nicola Pedreschi (tastiere e voce), Lorenzo Gherarducci (chitarre), Marco Carloni (basso) e Angelo Carmignani (batteria). I quattro hanno infatti presentato in anteprima live il loro nuovo album, “The Painkeeper”. Il disco in questione è un concept album le cui armonie e sonorità sono ispirate ai mostri sacri del genere stranieri e nostrani (dai Genesis ai King Crimson, dalla Pfm al Perigeo), e da interpreti più moderni: Steven Wilson su tutti.

IMG_3249

L’organizzazione della serata, curata dagli Eveline’s Dust e dal Pisa Underground Movement, ha regalato ai presenti più di quattro ore di emozioni, iniziate con un insolito dj-set anch’esso progressive, proseguite con la proiezione di un cortometraggio horror, “Incubo per una mosca bianca”, la cui colonna sonora è stata curata proprio dal gruppo pisano. Il culmine è stato il concerto di due ore della band, accompagnato dal brillante live painting di Francesco Guarnaccia, autore anche delle grafiche dell’album: i disegni di Guarnaccia, realizzati sul momento, sono stati proiettati alle spalle dei musicisti durante la loro performance, e hanno contribuito a coinvolgere, anzi, immergere gli spettatori nella storia senza tempo raccontata dalle musiche degli Eveline’s Dust.

Il risultato è stato una serata di intrattenimento di buon livello: buone idee e buona musica e, soprattutto, tanta energia positiva e creativa hanno animato la piovosa notte pisana, confutando la ormai regolare attitudine delle gestioni di locali a preferire cover bands a chi popone brani originali.

IMG_3237

L’evento si può considerare un successo non proprio inatteso: sicuramente il fatto di proporre lo spettacolo nella propria città ha giovato molto agli Eveline’s Dust, che già nel Settembre 2015, quando intrapresero una campagna di crowdfunding per finanziare la realizzazione dell’album (andata a buon fine), avevano dimostrato di poter contare su una buona base di sostenitori.

“The Painkeeper” è stato finalmente pubblicato lo scorso 7 marzo, edito da Lizard Records, ed è ora disponibile in negozio e sulle più comuni piattaforme di distribuzione digitale.

IMG_3258

Luigi Gualtiero

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Intervista al Trio Cantagallo: music on the streets

Il Trio Cantagallo è un Trio acustico pisano che nasce nel novembre del 2015, formato da Andrea Giorgelli (voce), Giovanni...

Chiudi