Elettronica alla Spina 05: Musica e Architettura s’incontrano

ELETTRONICA ALLA SPINA 05

Musica e Architettura
Pisa
Cinema Lumière

7 dicembre 2016
ore 21:00 – ingresso libero

 

scanner_pum_mail_verticale_webA tutti è capitato almeno una volta di mettere in relazione architettura e suono, di paragonare le armonie di forme di una cattedrale con quelle di una composizione musicale, di raffrontare una geometria di colonnati ad un ritmo, un ardito accostamento di forme contemporanee a pulsanti dissonanze. D’altra parte, Goethe ha definito l’architettura una “musica congelata”, e forse non era lontano dal vero. Nel corso dei secoli in molti hanno indagato i diversi e complessi rapporti fra le due discipline, da Vitruvio (che nel suo seminale trattato De Architectura già teorizzava la necessità di dotare gli edifici di “macchine sonore”) a Leonardo Da Vinci, dal musicista e teorico R. Murray Schafer all’architetto /compositore Iannis Xenakis (collaboratore per dodici anni di Le Corbusier). Le correlazioni e confluenze tra suono e strutture architettoniche possono raggiungere oggi, grazie alla vasta gamma di possibilità di implementazione acustica offerte dalle ultime innovazioni tecnologiche (ad es. nei campi della musica generativa e della “realtà aumentata”), nuovi livelli di complessità ed eccellenza.
Dopo aver portato a Pisa in precedenti edizioni musicisti e ricercatori di rilevanza internazionale quali Sergi Jordà (inventore dello strumento Reactable) e Jana Winderen (Prix Ars Electronica 2011), la quinta edizione di Elettronica Alla Spina, manifestazione promossa dall’associazione universitaria New Grass / EAS, presenta in concerto il celebre musicista e artista multimediale britannico Robin Rimbaud (alias Scanner), che sul tema del rapporto tra musica e architettura ha di recente portato a termine il progetto Vex, su invito dello studio di architetti londinese Chance de Silva. Scanner presenterà a Pisa, per la prima volta dal vivo, il materiale sonoro risultante da questa collaborazione, nei suggestivi spazi del Cinema Teatro Lumière (Lungarno Pacinotti 29). L’evento sarà preceduto da un seminario/tavola rotonda con la partecipazione, oltre a Robin Rimbaud, del critico musicale Vittore Baroni (Blow Up magazine) che illustrerà in una panoramica storica esempi significativi di integrazione tra musica e architettura, del professor Vincenzo Riso (Università del Minho, Guimarães, Portogallo) che evidenzierà il punto di vista architettonico in tali relazioni, e da Massimo Magrini (ricercatore del CNR, Pisa, noto per il progetto ambient Bad Sector) che, occupandosi da anni di relazioni fra arte, scienza e tecnologie, coordinerà informalmente l’incontro. A fine serata (ore 23:00) PUM Factory Fest con Mohabitat Audio-Visual Live set.
Il musicista e compositore Robin Rimbaud (Londra, 1964), meglio noto nell’ambito della musica elettronica con lo pseudonimo di Scanner, si muove sul terreno di confluenza tra suono, spazio, immagine e forma, creando composizioni assorbenti e stratificate che utilizzano in modo non convenzionale le nuove tecnologie. Dai suoi primi controversi lavori prodotti avvalendosi di conversazioni intercettate nelle onde raza telefoni cellulari, fino alle opere che intendono catturare il rumore nascosto della moderna metropoli
come simbolo di significati e contatti occultati, le sue audaci sperimentazioni hanno conquistato l’ammirazione di personaggi quali Bjork, Aphex Twin e Stockhausen. Rimbaud è anche uno scrittore e critico dei media, artista multimediale e produttore discografico.
Il suo lavoro abbraccia un’ampia gamma di generi: musica elettronica, sound design, computer music, colonne sonore, contemporanea, rock e jazz. Dal 1991 svolge un’intensa attività concertistica, produce performance multimediali su larga scala e installazioni di audio art valutate dalla critica tra le più innovative e influenti della musica elettronica contemporanea. Ha collaborato con un gran numero di musicisti e artisti internazionali, tra cui Bryan Ferry, Dangermouse, Coil, Laurie Anderson, Merce Cunningham, Wayne MacGregor, Mike Kelley, Steve McQueen, e Hussein Chalayan. È inoltre membro del gruppo musicale Githead, assieme a Colin Newman degli Wire,
Malka Spigel e Max Franken della band Minimal Compact. Il suo lavoro è stato presentato negli Stati Uniti, in Sud America, Asia, Australia ed Europa.

Contatti: elettronicallaspina@gmail.com

Comunicato Stampa

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Danza: sette appuntamenti di qualità da non perdere

Da sabato 3 dicembre in vendita i biglietti per la STAGIONE DI DANZA 2016/17.   PISA - Dopo la prelazione...

Chiudi