“Dialoghi sull’uomo”: ottava edizione del festival

A Pistoia il festival di approfondimento culturale


PISTOIA – Claudio Magris, Silvia Ronchey, David Grossman, Toni Servillo. Questi sono solo alcuni dei nomi degli ospiti della ottava edizione di Dialoghi sull’uomo, festival di approfondimento culturale dedicato all’antropologia contemporanea, ideato da Giulia Cogoli, promosso dal Comune di Pistoia e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia.
I Dialoghi si terranno a Pistoia il 26, 27, 28 maggio 2017. Cadendo in un anno particolare per la cittadina Toscana (Pistoia è stata nominata Capitale Italiana della Cultura), il festival avrà come traccia per le iniziative La cultura ci rende umani. Movimenti, diversità e Scambi.
Gli eventi saranno diffusi fra le più suggestive location del centro storico (piazza del Duomo, piccolo teatro M. Bolognini, teatro Manzoni, piazza San Bartolomei, la Sala Maggiore del Palazzo Comunale). Conferenze, proiezioni di film (i capolavori di François Truffaut, restaurati dalla Cineteca di Bologna), concerti e teatro. Dialoghi sull’uomo si presenta come un festival adeguato per un pubblico ampio e, se non fosse per la necessità di comprare i biglietti con un po’ di anticipo, a misura di turista.
La biglietteria è aperta dal 28 aprile ed ha sede in via Torre di Catilina 5/7 a Pistoia (PT). Gli eventi sono tutti a pagamento (3 € le conferenze e 7 € gli spettacoli), eccezion fatta per l’evento di apertura (introduzione del sindaco, Samuele Bertinelli, gli altri promotori e Cieli d’Europa. Cultura, creatività, uguaglianza, a cura di Salvatore Settis – ore 17.30 in Piazza del Duomo), e per la mostra fotografica In Festa – viaggio nella cultura popolare italiana di Gianni Berengo Gardin.

Fra i vari eventi previsti nel programma Dialoghi sull’uomo segnaliamo:

  • Claudio Magris Chi è il maestro? – venerdì 26; ore 21.30, piazza del Duomo.
  • Il Ragazzo selvaggio di François Truffaut. Proiezione introdotta da Adriano Favole – venerdì 26; ore 22.30, piccolo teatro M. Bolognini.
  • Silvia Ronchey Contro la cultura: distruggere il passato – sabato 27; ore 17.30, piccolo teatro M. Bolognini.
  • Adriano Favole Sui limiti della cultura – sabato 27; ore 17.30, Sala Maggiore del Palazzo Comunale.
  • David Grossman, Paolo Di Paolo La forza del dialogo  – sabato 27; ore 21.15, piazza del Duomo.
  • Toni Servillo legge Primo Levi Il canto di Ulisse – sabato 27; ore 21.30, teatro Manzoni.
  • Donald Sassoon Quando il sapere è diventato un prodotto di massa – domenica 28; ore 11.30, Sala Maggiore del Palazzo Comunale.
  • Marco Paolini Tecno-filò. Technology and me – domenica 28; ore 18.30, Piazza del Duomo.
Condividi l'articolo

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Ecco Danteprima, dal 25 al 28 maggio a Pisa

PISA - Danteprima, avvio d’emozione che anticipa le celebrazioni che nel 2021 ricorderanno Dante Alighieri nell’anniversario dei 700 anni dalla morte,...

Chiudi