Dopo l’enorme successo, torna BeeRiver

Dieci nuovi birrifici, vintage food truck, aziende agricole, degustazioni e blues d’autore
Da venerdì 14 a domenica 16 ottobre alla Stazione Leopolda di Pisa si terrà BeeRiver – seconda edizione. A grande richiesta, dopo l’enorme successo della scorsa primavera,  torna la manifestazione, che mira a esaltare la qualità della birra artigianale. BeeRiver vuole essere anche un’occasione di socializzazione, un punto di riferimento, giovanile e non solo, che abbia come filo conduttore una nuova forma di divertimento dove il buon cibo e la buona birra siano elementi prerogativi e dove la gratificazione del palato, si unisca a una gioiosa socializzazione e anche a una connotazione culturale.
BeeRiver
Il successo della passata edizione è stato tutto questo: belle persone, clima rilassato, musica, cibo e birra…un fiume di ottima birra che scorreva parallelamente alle vicine sponde dell’ Arno.

Quest’anno la manifestazione ha deciso di dare una forte impronta territoriale; sei dei dieci birrifici scelti sono Toscani. L’anno scorso le province toscane presenti erano Pisa e Livorno, quest’anno invece saranno Pisa e Lucca. La divisione è equa, tre birrifici per ogni provincia. Cominciamo con Pisa.

  • Orzo Bruno, il più antico produttore autonomo della città, e rivenditore solo di birra alla spina, sarà presente anche l’ultima, nonchè ottima, Gose, con sale marino.
  • La Gilda dei nani birrai, che già conosciamo dall’edizione dell’anno passato; quest’anno ci proporrà la nuova nata: La Shire, birra al peperoncino.
  • L’opificio Birraio, con sede a Lavoria, vicino Crespina. Birrificio agricolo.

Per Lucca troviamo:

  • Birrificio la Petrognola, conosciutissimo e produttore di ottima birra al farro.
  • Birrificio Bruton, che con le sue 10 diverse tipologie di birra ha acquisito un’ottima reputazione e diversi premi anche da SlowFood.
  • Birrificio del Forte, anch’esso ormai presente in molti ristoranti del territorio, con le sue sei birre. Sicuramente da provare la Mancina e la Meridiano 0.
beeriverOltre alle produzioni locali, Beeriver, ci darà l’opportunità di conoscere anche birrifici provenienti dal resto d’Italia e quest’anno saranno: il Birrificio Artigianale Serrapetrona di Macerata, il Birrificio dei Castelli di Ancona, il Microbirrificio Opperbacco di Teramo e il Piccolo Birrificio Indipendente Decimoprimo di Trani.
Per poter gustare tanta birra c’è bisogno di buon cibo che l’accompagni; qui molti locali erano già presenti nella scorsa edizione: HAT (Hamburgeria Agricola Toscana), Il Chiosco della Porchetta Lammarese (di Capannori), L’ape di Pippo, con le sue fritture, a cui si aggiungono Las Bravas, con le sue tapas (Milano), Mangia la strada (Reggio Emilia), Non solo Pane (Castelfiorentino) e Pan Zero (Santa Croce sull’Arno)
Per intenditori, curiosi e buongustai, Beeriver  propone tre degustazioni (una al giorno) con cibi proposti dal ristopub pisano Gramigna. Gli abbinamenti e le spiegazioni dell’ormai famoso Simone Cantoni, docente  e redattore di guide Slow Food.
beeriver_n
Inoltre area gioco per i più piccoli, esibizioni di live painting e  un programma di concerti blues di alto livello:
– Venerdì 14 ottobre apriranno il programma musicale The Gutbuckets ovvero Mario Evangelista e Antonio Speciale, che proporranno un sound rigoroso e divertente, riportando le lancette al periodo 1920 – 1940, quando a New Orleans e sul Delta del Mississippi si costruiva l’essenza della musica blues.
– Sabato 15 ottobre saliranno sul palco i BroadCash con il repertorio completo del cantautore americano Johnny Cash, dalla fine degli anni ‘50 in trio e quartetto, fino agli ultimi lavori in solo del 2003.
– Domenica 16 ottobre Oscar Bauer e Andrea Lupo Lupi completeranno il quadro fondendo le radici blues e le sonorità della Word Music.
Le degustazioni avverranno nei calici personalizzati BeeRiver dietro presentazione dei gettoni in vendita all’ingresso della Leopolda. Per ogni degustazione è necessario un gettone. Calice BeeRiver con tracolla 5 Euro – fino ad esaurimento scorte. Gettone per le degustazioni 2 euro. Pacchetto BeeRiver con calice e tre gettoni 10 euro. Il quantitativo di ogni degustazione è pari a 15 cl
Maggiori Informazioni
Dario Soriani
Condividi l'articolo
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
#IF2016: la nostra photogallery

PISA - #IF2016: A fine manifestazione ci piace pubblicare la nostra galleria fotografica relativa alla manifestazione. Gli scatti, non sempre...

Chiudi