La ballata di Charley Thompson

 willy-vlautin modifica

“La ballata di Charley Thomposon” è il terzo libro di Willy Vlautin. Il cantante dei Richmond Fontaine – cult band americana con dieci album all’attivo – torna sulla scena con un libro che si legge tutto d’un fiato: il lettore viene subito travolto da una scrittura semplice ma robusta, asciutta ma profonda. “La ballata” è un libro realistico, privo di sentimentalismi, a tratti malinconico, che fin dalla prima pagina ti catapulta dentro a una storia, e nella vita dei personaggi che la popolano. Il lettore avrà l’impressione di atterrare a Portland e di incontrare sul serio Charley Thompson all’aeroporto, di entrare a casa sua e di vivere la sua vita costellata di giornate solitarie. Charley è un adolescente alla ricerca di sicurezze, orfano di madre e costretto dal padre a una vita nomade nei piccoli centri del Nordamerica. La svolta arriva quando incontra Del, che lo introduce nel mondo degli ippodromi, fra cavalli, scommesse e personaggi borderline.

willy-vlautin

Mentre leggi, Vlautin riesce a farti dimenticare la tua vita, a farti provare i sentimenti, gli
umori e le fatiche di Charley. Riesce a farti sentire la paura di questo ragazzino quindicenne mentre ruba il cibo al supermercato, perché i soldi lasciati dal padre sono finiti.
Grazie a Del, Charley conosce Pete, il cavallo da corsa zoppo che diventerà l’amico con cui parlare, a cui confessare delusioni e paure. E infine, compagno di fuga: oramai completamente solo, preso atto che Del intende sopprimere Pete, Charley fugge con il cavallo alla ricerca dell’unico parente rimastogli, una zia che non vede da anni. Da quel momento il lettore seguirà impaziente le rocambolesche avventure di Charley, che lo condurranno a vivere esperienze di vita indimenticabili, attraverso scenari mozzafiato, tra
pericoli, sorprese e colpi di scena. Alla fine, al lettore dispiacerà salutare Charley e aspetterà almeno uno o due giorni prima di allontanarsi da un libro di formazione in grado di regalare tante emozioni. E forse, la malinconica voglia di bersi una birra assieme a Vlautin.

Raffaella Notaroberto

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Una folla per Manu Chao a Marina di Pisa

Manu Chao Marina di Pisa, in questo Martedì 12 Agosto, sembra un’altra città. In piazza Viviani si sono riversati giovani...

Chiudi