Cucina estiva sul mare: il ristorante del Bagno la Perla

TIRRENIA (PISA) – Il litorale pisano diventa una meta obbligatoria nel periodo estivo non solo per il mare, ma anche per le prelibatezze della sua cucina. Vi proponiamo quindi un ristorante tipico stagionale: il Bagno la Perla di Iago Pieralli.
Situato sul viale del Tirreno, non troppo distante dalla piazza principale di Tirrenia, si affaccia su una grande terrazza, luogo perfetto dove è possibile ammirare il mare e gustarsi un buon piatto. Il ristorante propone una cucina rigorosamente a base di pesce, dove a dirigere i lavori è uno chef noto soprattutto per la sua arte pasticcera. Durante l’estate il ristorante del Bagno la Perla è sempre affollatissimo di clienti, sia affezionati, che dopo una giornata di mare decidono di restare a cena, sia clienti di passaggio. Il Bagno la Perla è uno stabilimento balneare che, insieme al ristorante, è ormai conosciutissimo sia a Tirrenia che a Pisa con la fama di ottimo locale e caloroso ritrovo familiare.

13174175_999872743383791_4123159961379765503_n

I piatti del menu sono vari ed elaborati e non mancano i grandi classici di mare. Nel dettaglio sarà analizzato il menù che caratterizza il ristorante.
Antipasto: l’antipasto Perla è un misto di vivande considerato da alcuni un vero e proprio “piatto unico”. E’ composto da una souté di cozze, sformato di ceci e baccalà, panzanella di mare, insalata del benessere (verdure miste), cipolla caramellata e crostini cacciuccati.
Primi: tra i primi proposti troviamo i classici come risotto di mare, spaghetto allo scoglio e ravioli di pesce (con una salsa segreta). Ovviamente sono presenti anche piatti del giorno, di cui meritano di essere menzionati i seguenti: spaghetto nero all’astice, spaghetto vongole e bottarga, gnocco al granchio e infine ravioli con polpo e pecorino.
Secondi: le seconde portate sono un classico da “ristorante di mare”: grigliata mista di mare, composta dagli scampi, gamberoni e filetto d’orata; fritto misto con totani e gamberi (un must ormai nei ristoranti di mare). Ovviamente non può mancare il branzino o l’orata “all’isolana” o alla griglia.

11151064_442251135957101_4043808387387700854_nIl ristorante ha al suo interno anche una pizzeria con forno elettrico affidata a un giovane pizzaiolo senegalese, Djack. La sua ricetta prevede una pizza molto fine e croccante, di cui i clienti vanno letteralmente matti. Le pizze che vanno per la maggiore sono: tricolore (pomodoro, rucola e grana), bomba (patatine, rucola) e maialona (salsiccia, wurstel e salame).
Subito adiacente alla terrazza principale si trova l’area aperitivi, dove sorge un piccolo “barrino” gestito spesso da Enrico, il bagnino.
Il servizio è veramente ottimo ed è gestito da giovani ragazzi e ragazze, per la maggioranza studenti universitari, che non si danno mai tregua per soddisfare le richieste della clientela e dello staff della direzione e delle cucine.

Stas Okunevski

Virginia Villo Monteverdi

Fatta di musica, arte, immaginazione e altre cose intellettuali e magari noiose.
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

http://www.tuttomondonews.it/wp-admin/upload.php?item=14893
Leggi articolo precedente:
I bandi dei concorsi video e letterario del “Fi-Pi-Li Horror Festival 2017”

Pubblicati i bandi dei concorsi video e letterario del “Fi-Pi-Li Horror Festival 2017” Anche quest’anno Il Festival aprirà al fantastico...

Chiudi