Art-On Cascina: via al Festival di Arte Pubblica

A Cascina l’arte pubblica sarà la protagonista indiscussa del weekend 26-27 settembre 2015. È tutto pronto per ART-ON Cascina – Festival di Arte Pubblica, ideato e organizzato dal progetto artistico Libertà con il patrocinio del Comune di Cascina e il sostegno di numerose aziende cittadine, tra cui il Polo Tecnologico di Navacchio.
La manifestazione vedrà coinvolte le vie del centro storico della città, il Polo Tecnologico di Navacchio e la Città del Teatro. Artisti italiani e internazionali saranno tutti impegnati nella produzione di lavori di arte pubblica, andando incontro all’esigenza di rendere “viva” l’arte: portandola a spasso per le strutture urbane, aprendosi ad un dialogo con la storia, le architetture e soprattutto il tessuto sociale, facilitandone l’incontro e la fruizione.

Valeria Aretusi e Antonella Sciarra del progetto artistico Libertà ci tengono a ringraziare per la grande accoglienza trovata a Cascina, prima di una lunga serie di città che potrebbero sposare il format ART-ON, ideato dal progetto artistico Libertà, conosciuto per il lavoro della pittrice Libera Capezzone che ha raffigurato recentemente una sarda di 28 metri sul tetto del mercato del pesce di Livorno, edificio monumentale nel quartiere storico della Venezia.

Questa città ha aperto le porte al nostro progetto, siamo orgogliosi di iniziare con Cascina. Riteniamo che sia una grande opportunità, per la stima e il valore che diamo a questa cittadina.
Il nostro obiettivo è quello di rilanciare la città, il turismo e di migliorarne l’economia. Vogliamo includere il cittadino, oltre che il visitatore, comunicando valori che abbiamo ben chiari e nei quali crediamo fortemente: l’arte non è necessariamente l’arte museale e o quella delle metropoli, è importante riuscire ad importare le idee artistiche anche nei piccoli centri, attraverso il lavoro di artisti internazionali e nazionali, oltre alla scelta di un padrino d’eccezione come Philippe Daverio.
L’arte aprirà le porte alla scoperta di Cascina.
Per sottolineare la vicinanza con i cittadini alcuni artisti gireranno dal 21 al 25  settembre 2015 per le vie del centro, saranno inoltre organizzati alcuni incontri con gli artisti nella biblioteca e nei caffè del centro, ci saranno dei work in progress aperti alla visualizzazione del pubblico, che potrà riconoscersi, in alcuni casi, come soggetto delle opere.

moalla seconda1

Moallaseconda

lavori realizzati dagli artisti iscritti al progetto verranno valutati da una giuria tecnica composta da Paolo Grigò, Alessandro Romanini, Yan Blusseau, Sabina De Gregori, Donatella Diamanti, Andrea Ciucci, Filippo Fabozzi, Gianfranco Menconi, e Philippe Daverio. La giuria esprimerà il risultato delle proprie valutazioni il 4 ottobre 2015, durante il finissage dell’evento.
Al giudizio tecnico si affianca quello popolare: ad ogni artista verrà infatti assegnato un codice da votare via sms – possibile solo un voto per ogni numero telefonico – il vincitore si aggiudicherà 10mila euro, uno dei premi più alti d’Italia.

Il Sindaco di Cascina, Alessio Antonelli, è orgoglioso del progetto che – ci tiene a precisare – è stato interamente sostenuto da finanziamenti privati.

È quello che succede quando le proposte sono meritevoli di attenzione, noi facciamo help desk, se una cosa ci piace sponsorizziamo e referenziamo i progetti vincenti.
L’arte deve, per sua natura, essere filantropica, ma deve anche creare un ritorno economico che dia crescita, oltre che arricchimento culturale. La Toscana è figlia del Rinascimento, epoca in cui un sistema affidato sul mecenatismo era capace di farsi promotore di grandi progetti culturali e comunicativi, nel nostro piccolo, vogliamo dar seguito a questa lunga tradizione sponsorizzando un nuovo modo di far mecenatismo, da qui la recente adesione al programma Mille Miglia e la ristrutturazione di vecchi edifici cittadini, come il Pighini, riabilitati a nuova vita grazie all’arte. Abbiamo anche sostenuto alcune associazioni di writers a cui abbiamo dato la possibilità di esprimersi nei sottopassi urbani, dando una nuova identità e aprendoci ad un dialogo con le nuove generazioni. Di recente abbiamo anche dato il via alla realizzazione di un palco musicale che per 4 anni ha ospitato rock bands provenienti da ogni parte del mondo.
Abbiamo messo a disposizione la nostra città che in questi anni ha voluto esprimersi con libertà. Abbiamo consentito a tutti di esprimersi e tutti hanno potuto mettersi in gioco. La città deve saper fare anche questo!
L’ unico limite alla libertà è sancito dalla Carta Costituzionale, è dentro questi limiti che chiunque cerchi il nostro sostegno per esprimere capacità, talento e libertà, ha sempre ricevuto un messaggio positivo. Un’ iniziativa come l’ ART-ON CASCINA, dà vita a nuove iniziative nella nostra città, che ha sempre fatto della libertà un principio fondamentale e adesso lo inciderà sulle proprie pareti.
Chiudo dicendo che siamo convinti che le città possano cambiare attraverso la necessità di intervenire attraverso opere murarie. Pensiamo che un ex-carcere adibito a luogo espositivo per mostre d’arte possa, attraverso il cambio di funzione, subire un vero e proprio processo di ristrutturazione.
Ringrazio chi ha proposto il progetto è chi c’ha creduto perché ha dato un contributo dinamico a questa città, prospettando la verso sempre nuove aperture mentali.

Elisa Talentino, Galassie, 2014

Elisa Talentino, Galassie, 2014

 

Anche dal Polo Tecnologico di Navacchio, sponsor del progetto, il riscontro è giocato tutto sulla fiducia e sulla positività. Elisabetta Epifori, direttrice del polo, dichiara:

Siamo contenti di essere partner dell’iniziativa e per il fatto di aver ampliato l’iniziativa anche alla periferia della città, perché il polo di Navacchio avrà un grande riscontro. Ci fa piacere essere teatro di alcune di queste opere. Voglio togliere il cappello di direttore e voglio dire da cittadina di Cascina che sono contenta dell’iniziativa: la vedo proiettata nel futuro e sonno convinta che implementerà il territorio di opere importanti. Nel polo tecnologico operano giovani che svolgono azioni creative e questo dà continuità a quello che già  facciamo.

Con ART-ON CASCINA, la città sottoscrive una filosofia nata negli anni ’70 del secolo scorso e basata sulla necessità dell’abbattimento di ogni barriera. L’arte pubblica vuole ricordarci che l’arte è qualcosa fatta dagli uomini e pensata per gli uomini, ci accompagna per mano attraverso i luoghi della nostra quotidianità permettendoci di riscoprirli come luoghi meravigliosi, abitati da un’identità culturale che adesso vive attraverso la reificazione dei nostri ricordi. Qualche volta è anche possibile risvegliare una nuova identità sociale e culturale a partire da ambienti abbandonati che un tempo pullulavano di vita vera.
È per questo che il progetto artistico parte da una vera e proprio ricerca filologica volta allo studio della città di Cascina e della sua storia, oltre che della sua identità. La promessa è quella di un impatto visivo forte argomentato da emozioni altrettanto coinvolgenti: dagli edifici cittadini al cuore della gente.

gianmaro lamuraglia

Gian Marco Lamuraglia

Gli artisti in cantiere:

Yang Yang Pan (Cina), Lucamaleonte, Clet, Lupercales (Spagna), Camilla Watson (Uk), Barbara Oizmud, Luca Font, nonché Gomez, Morden Gore, Guerrilla Spam, Moradi Il Sedicente, Elisa Talentino, Gregorio Pampinella, Elisa Muliere, Moallaseconda, Funky Fresh Factory, Simone Bonetta e Diego Albani, Valentina Grigò, Francesco Barbieri, Cosimo Frezzolini, Benzo Planet-BP, Teatri tra i binari, Alessandra Carloni, Robocoop, Gian Marco Lamuraglia, Francesco Moretti, Disomologart, Vittorio Marchetti, Michele Marrucci, Federico Bocci, Barbara Benvenuti, Gabriele Bagnoni.

Programma 

Dal 21 al 25 settembre 2015:

  • Quattro incontri con gli artisti presso la biblioteca e caffè del centro storico
  • Work in progress delle opere

Sabato 26 settembre 2015:

  • 16-19 Confucius Institute Day

workshop e dimostrazioni per scoprire la cultura cinese: laboratori di calligrafia, paper cutting, lingua cinese e dimostrazioni di Kung-Fu.

  • Visite guidate 

Domenica 27 settembre 2015:

  • Tardo pomeriggio: arrivo di Philippe Daverio con visita alle opere e incontro per la stampa insieme a Paolo Grigò.
  • Visite guidate

Come raggiungere l’ ART-ON CASCINA:

il Festival si concentrerà in 3 aree: Il centro storico di Cascina, la Città del Teatro e il Polo Tecnologico di Navacchio.
Partendo da Pisa sarà possibile raggiungere Cascina con la linea extraurbana 190.

Clet Abraham-Pac man,2013

Clet Abraham-Pac man,2013

Tuttomondo-immagineprof-Giulia

Giulia Buscemi

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
All’Arsenale in prima visione Marguerite

Nel fine settimana la nostra prima visione è MARGUERITE di Xavier Giannoli film in concorso al recente Festival di Venezia...

Chiudi